Blog

oncologia integrata

Dopo la diagnosi di tumore è il flipper: il paziente e i familiari rimbalzano da un'informazione ad un'altra, da un suggerimento, un consiglio, una indicazione all'altra.

La cosa più facile sarebbe distinguere tra le cose giuste quelle sbagliate. Peraltro in oncologia è normale chiedere un secondo parere. Lo prevede la prassi, nessuno ha motivo di offendersi, anzi gli stessi oncologi informati dai pazienti di voler chiedere un secondo parere possono addirittura esserne contenti e collaborare con il collega.

Il registro tumori conta 365.000 casi all'anno. Ogni giorno in Italia vengono cioè diagnosticare 1.000 malattie neoplastiche.

Sarebbe perciò più corretto parlare di tumore al plurale: i tumori.
Per alcuni ancora non si trova una soluzione e l'esito è praticamente inevitabile. Per molti, tantissimi altri invece si può ottenere ottimi risultati se la diagnosi è precoce e la terapia è completa e corretta. E soprattutto se la terapia viene eseguita subito dopo la diagnosi e nel modo più preciso possibile.

Gli atteggiamenti da evitare con un paziente oncologico:  "… don’t be sorry, be careful..!”
(Non chiedere scusa stai attento)

Rimanendo ad un livello superficiale della semplificazione percentuale della curva di sopravvivenza in oncologia, un'altra la questione interessante è: cosa si può fare per cercare di restare nel 60% che sopravvive?

Come affrontare le crisi e le emozioni negative e distruttive ?

L’ascolto è l’arma totale. Dopo che avete smesso di ridere provate, e riprovate, e riprovate. Con ostinazione e curiosità proprio perché vi pare assurdo. Le crisi nascono e si alimentanodalla pretesa che l’altro debba essere perfetto. A noi concediamo ogni giustificazione, agli altri no: diventiamo tetragoni e inflessibili e affondiamo nella comune palude del conflitto.

L’Ipertermia è una delle metodiche della cosiddetta Oncologia Integrata che comprende, insieme ai farmaci del protocollo oncologico internazionale, anche l’ipertermia, il sostegno psicologico, le diete personalizzate, l’ozonoterapia, l’omeopatia, un gran numero di fitofarmaci e integratori e altro ancora.