Psicoterapia

Prevenzione primaria

Prevenzione primaria

Fare ‘prevenzione’ significa fare qualcosa per evitare che accada qualcos’altro. Ci si lava i denti con regolarità per evitare di andare dal dentista.

La prevenzione primaria funziona bene proprio perché non succede niente di strano o imprevisto. Sembra che va tutto bene, anzi va tutto bene perché tutto è tenuto sotto controllo, in modo vigile, prudente e responsabile. Le distrazioni sono minimi e anch’esse fanno parte di uno stato di prudente vigilanza.

Se arrivano segnali di natura imprecisata siamo pronti a coglierli e a decifrarli, intervenendo senza fretta e nei modi più opportuni. La prevenzione è un modo di pensare a conservare il nostro equilibrio invece di ignorarlo o sfidarlo come se fosse indistruttibile ed eterno.

La prevenzione primaria si compone di tutte quelle abitudini utili a mantenere per uno stile di vita orientato alla conservazione della salute e alla ricerca di una armonia nella vita quotidiana.

Se tutta la Prevenzione fosse uguale a cento la Prevenzione Primaria dovrebbe impegnare il 60% del nostro impegno, appunto per evitare che si manifestino situazioni che le persone non saranno in grado di gestire da sole, eventi che avranno un costo economico e di impegno anche molto elevato se ci coglieranno impreparati e distratti.

In questa condizione è piuttosto il caso di sviluppare un ‘ascolto’ di apprendimento e di formazione: si imparano nozioni su singole questioni e si impara ad adattarle alle varie circostanze di vita quotidiana, ma senza fretta e senza la pressione dell’urgenza e la necessità.

Attività

- Colloqui di accoglienza e orientamento: giornate di promozione aperte al pubblico.

- Seminari di sensibilizzazione e informazione generali sui temi della salute emozionale e psicologica all’interno del Centro Clinico a sotto la sua egida presso Enti e Strutture pubbliche o private: scuole, biblioteche ecc. Tale attività promuove contemporaneamente il Servizio di Psicoterapia ma anche il Centro Clinico come presidio di Salute e promozione e sviluppo della qualità della vita sul territorio. Si possono immaginare nel medio lungo periodo progetti ad hoc su cui far convergere finanziamenti, donazioni o altre forme di sostegno.

- Seminari e laboratori di formazione su tecniche e strumenti utili al miglioramento della qualità di vita e di sostegno ad eventuali patologie specifiche,
ad esempio: seminari di informazione e formazione per parenti di pazienti oncologici.

 

Data

23 Gennaio 2015

Tags

prevenzione